TEMPO ALLA FISICA SPAZIO ALLA MATEMATICA

dall'esperienza con gli alunni ai saperi disciplinari

Eventi

Scuole

Università di Cagliari

 

Sono da valutare molto positivamente:

1. il coinvolgimento dei docenti interni - di scuole di ordine e grado diversi - in attività laboratoriali condotte dai docenti esperti esterni, svolte in comune presso l’Università nella prima fase di formazione;

2. il coinvolgimento dei docenti esperti esterni, coadiuvati dai docenti interni nel ruolo di formatori-tutor degli alunni, nei laboratori realizzati presso le varie scuole della rete, nella seconda fase;

3. il coinvolgimento di altre classi, nelle quali l’esperienza è stata riproposta dagli alunni formati (questa volta in veste di formatori) coadiuvati dai docenti interni nella terza e ultima fase;

4. gli spazi-laboratorio utilizzati ed il supporto tecnico (ATA);

5. il tasso di partecipazione complessivo;

6. Lo sviluppo dell’intervento di formazione in relazione a contenuti, metodi e persone coinvolte

7. I report finali del monitoraggio interno/esterno dai quali si evince un ottimo indice di gradimento da parte dei partecipanti, (vedi allegati Monitoraggio Int/est).

Tutti hanno trovato particolarmente interessanti gli argomenti trattati durante le lezioni pratiche propositive e si sono dichiarati pienamente soddisfatti dell’attività svolta. La totalità dei docenti ritiene che il corso, pur con qualche difficoltà che ha caratterizzato specie l’ultima fase (i tempi sono risultati troppo concentrati per la concomitanza di impegni curriculari) sia stato una notevole opportunità di crescita professionale e ritiene di aver acquisito conoscenze-competenze-abilità da spendere in contesti scolastici abituali. Gli stessi alunni hanno preso consapevolezza della importanza dell’approccio diverso e più stimolante per un apprendimento informale, partecipato attivamente in un progetto di lavoro cooperativo. Un grado elevato di soddisfazione è stato espresso nei confronti di altre attività e iniziative, funzionali al raggiungimento degli obiettivi del progetto, quali:

  • attività laboratoriali di matematica e fisica organizzate anche fuori sede (Dip. Di Fisica dell’Università di Cagliari, Museo delle Scienze di Firenze, I Giardini di Archimede del Dip. Di Matematica di Firenze);
  • partecipazione a manifestazioni di carattere scientifico (Scienza-società-Scienza, Do You Play Mathematics?);
  • visite didattiche organizzate presso il Museo e i laboratori del Dip. Di Fisica dell’Università di Cagliari;
  • partecipazione a spettacoli scientifici (Circo-stanze scientifiche);
  • allestimento di mostre all’interno delle proprie scuole aperte anche ai genitori;
  • preparazione di veri e propri laboratori-tipo da proporre nelle classi;
  • predisposizione di materiali didattici a supporto delle attività proposte.

Il tutto è stato organizzato per assicurare, negli spazi che di volta in volta si trasformavano in laboratori, un clima positivo, fortemente collaborativo e coinvolgente con proposte didattiche accattivanti e stimolanti per tutti. E’ forse il primo progetto di questo tipo che viene interamente realizzato con la conpartecipazione di alunni e docenti per un arco di tempo così lungo e senza limiti di continuità o confini tra le istituzioni scolastiche coinvolte, dalla Scuola primaria all’Università.

Allegati:

Enti promotori

 

 

All right reserved-copyright 2017 ©