brotzu school

spazio riservato al libero scambio di idee, pensieri e parole

Primo piano

Mulieris Libertas

La figura femminile nel mondo è sempre stata sminuita e sottovalutata fin dai tempi antichi. A questo proeccessiva severita2posito potremo vedere la condizione della donna nella società dell'antica Roma. La società di quell'epoca era già fortemente maschilista, tanto che tutta la famiglia e soprattutto le donne  dovevano sottostare a un uomo, cioè il PATER FAMILIAS. La donna non aveva diritto all'indipendenza e infatti durante tutto il corso della sua vita dipendeva da un uomo, prima da suo padre e poi da suo marito (il quale veniva scelto dallo stesso padre), inoltre era indirizzata ai lavori domestici come: occuparsi dei figli, cucito, cucina ecc... e non poteva studiare contrariamente agli uomini. Questo è stato la causa della grandissima analfabetizzazione delle donne che ha portato a varie ribellioni, anche nei tempi recenti.

Un esponente impmalalaortante di questa battaglia per il diritto all'istruzione è stata Malala, che dall'età di 11 anni si batte per poter apprendere il più possibile, per questo le è stato anche riconosciuto il premio Nobel per la pace. Oltre alle singole donne che si battono per i propri diritti troviamo anche delle organizzazioni femministe  che fanno la stessa cosa ma in gruppo (avendo così più voce). Tutto questo è la dimostrazione che le donne da sempre hanno dovuto lottare  e prendersi con la forza tutto quello che  agli uomini era dovuto, come per esempio il diritto al voto che è stato guadagnato dalle suffragette solo un secolo fa (sembra ridicolo solo pensarci), oppure il lavoro che tantissime donne ancora oggi faticano a trovare. Nonostante le numerose battaglie che le donne hanno vinto non si è ancora raggiunta la vera parità di genere... posso illustrarvi alcune differenze e discriminazioni nei confronti delle donne. Potrei partire parlando del lavoro che le donne, come ho già detto, faticano a trovare per varie questioni come: le donne al contrario degli uomini possono avere una gravidanza e quindi potrebbero richiedere la maternità che per il datore di lavoro sarebbe un peso perchè dovrebbe comunque pagare la donna, questo fatto svantaggia enormemente la donna che ha come unica colpa quella di poter crdifferenzeeare nuove vite.

 

Inoltre una donna se mai dovesse trovare un lavoro avrebbe il 20% in meno circa di stipendio (nelle piccole imprese). Infine vorrei parlare degli stereotipi che inseguono la donna da secoli. Alcuni di questi riguardano il modo di vestire, che se magari si usano dei vestiti un pò scollati si viene reputata una sgualdrina, altri sono convinti che le donne debbano essere sempre impeccabili senza nemmeno un capello fuori posto perchè altrimenti non sono delle "vere donne". Penso che queste cose siano assolutamente ridicole ma dobbiamo parlarne, dobbiamo far sapere a tutti che queste cose non sono cose successe secoli fa ma che sono fatti della vita moderna che dobbiamo fare in modo che non succedano più.

 

 >>> Torna alla pagina indice

Beatrice Tocco 2^B