brotzu school

spazio riservato al libero scambio di idee, pensieri e parole

Zoolander

17/11/2009

Zoolander è un film del 2001 diretto e interpretato da Ben Stiller; a causa dell’uscita dopo solo due settimane dall’attacco dell’11 Settembre alle Torri Gemelle,  ottenne diverse critiche,   ma nonostante ciò riscosse un notevole successo e acquistò parecchi fan. 

Il film è una parodia sul mondo della moda, incentrato soprattutto sui modelli, stereotipati come egocentrici e narcisisti. Il protagonista, Derek Zoolander, è uno sciocco supermodello divenuto famoso per le sue espressioni teoricamente diverse, praticamente tutte uguali, che verrà scelto da uno stilista di fama mondiale, Mugatu, per fargli un lavaggio del cervello e fargli uccidere durante una sfilata il Primo Ministro della Malesia perchè vorrebbe cercare di porre finire allo sfruttamento minorile del paese. Dopo essere stato battuto dal giovane modello Hansel nella battaglia per il premio di "Modello dell’anno", si ritira nel suo appartamento che condivide con tre amici modelli anch’essi, questi ultimi  per cercare di tirarlo su di morale, decidono di portarlo da Starbucks, ma muoiono mentre giocano con le pompe della benzina. Scosso da questi avvenimenti decide di riscoprire i veri valori della vita e va nella sua cittadina natale dove vorrebbe mostrare al padre e ai fratelli minatori di essere qualcosa più che un semplice modello. Fallisce miseramente nell’impresa e fa ritorno al suo appartamento, riprendendo la sua carriera di modello dopo aver ingaggiato Mugatu per la sua nuova linea ispirata ai senza-tetto. Viene mandato, spacciandola per una spa, in una banchina ultra-tecnologica dove gli viene fatto un lavaggio del cervello, grazie al quale alla sfilata della nuova linea avrebbe ucciso il Primo Ministro malese alla partenza della canzone "Relax". La giornalista Matilda Jeffris, che aveva pubblicato un articolo piuttosto pungente riguardo Derek sul "Time", riesce ad incontrarlo durante una sfida a due con Hansel per avvertirlo della situazione di pericolo in cui si trova. Lo conduce ad un cimitero dove incontrano l’ex manista più famoso del mondo che aveva aiutato la giovane e racconta loro come Mugatu sia la pedina delle più grandi aziende tessili e di come gli assassinii più famosi siano stati commessi da modelli, i quali sono atletici, manipolabili e ingenui. Matilda e Derek si rifugiano a casa del rivale Hansel, col quale il supermodello si chiarisce sulle loro divergenze; i tre riescono infine a evitare che Derek commetta l’omicidio e questo, grazie alla sua nuova e attesissima espressione "Magnum", riesce a salvare il Primo Ministro da una stellina ninja lanciata da Mugatu per cercare di assassinare lui stesso il malese. Il film termina con Derek e Matilda, sposati e genitori di un bimbo, entrambi impiegati a lavorare come insegnanti nel "Centro per bambini che non sanno leggere bene".

A mio parere questo film è davvero divertente, ottimo per passare del tempo senza ritrovarsi con una visione pesante e eccessivamente riflessiva. Inoltre consiglio vivamente di guardarlo con gli amici, perché certe espressioni usate nel film - per quanto mi riguarda, perlomeno - sono diventate soggetto di battute. Buona visione!

 

Virginia Pes