brotzu school

spazio riservato al libero scambio di idee, pensieri e parole

ONE PIECE

One Piece è un manga (fumetto) giapponese scritto da Eiichiro Oda uscito per la prima volta il 4 agosto 1997 sulla rivista Shonen Jump. Dopo l’iniziale successo, nel 1999 in giappone iniziò l’anime (cartone animato) ispirato proprio al manga di Oda. Oggi il manga conta più di 515 capitoli di 19 pagine ciascuno e l’anime più di 370 episodi da 20-25 minuti circa. One Piece (il cui nome corrisponde al nome del tesoro nascosto) è caratterizzato da un mondo in cui la pirateria prende il sopravvento. La storia inizia dopo che Gol D. Roger, il Re dei pirati, venne giustiziato, dando così l’inizio ad una nuova era di pirati. Le particolarità del mondo di One Piece sono la presenza di mostri marini enormi (Re dei mari) e dei frutti del diavolo, che danno a chi li mangia nuove capacità a seconda del tipo di frutto. Il protagonista si chiama Monkey D. Luffy e sogna di diventare il Re dei pirati. Il suo soprannome è "Cappello di paglia" poichè non si priva mai del suo cappello appunto di paglia che l’amico Shanks gli aveva regalato. In Italia è conosciuto come Rubber, poichè la Mediaset, che trasmette le puntate, ha modificato il nome collegandolo alla sua abilità che deriva dal frutto del diavolo Gomu Gomu no Mi che Luffy mangiò da piccolo e che lo rese un ragazzo di gomma, con un corpo elastico e immune ai proiettili. Anche se all’apparenza può sembrare un po’ stupido e ingordo, in realtà è un ragazzo in cui si riflettono gli ideali di amicizia e determinazione. La sua ciurma, rappresentata dal teschio col cappello di paglia, è composta da altre 8 persone: Zoro lo spadaccciurmaino, Nami la navigatrice, Usopp il cecchino, Sanji il cuoco, Chopper il dottore, Nico Robin l’archeologa, Franky il carpentiere e Brook il musicista. Ognuno di loro condivide l’obbiettivo di trovare il tesoro di One Piece e conserva un poprio sogno, come diventare il migliore spadaccino del mondo (Zoro). Anche alcuni di loro hanno mangiato diversi tipi di frutti del diavolo. Infatti questi frutti speciali si dividono in tre categorie: paramisha (che da poteri particolari come modificare il proprio peso, resuscitare o essere invisibili), zoo zoo ( che fa trasformare in animali) e rogia (che dà il potere di elementi come fuoco, ghiaccio, sabbia, luce ecc..). Al mondo non esistono due frutti che danno lo stesso potere. Le avventure di Luffy e della sua ciurma si possono dividere in 6 grandi saghe : Saga d’Introduzione, in cui Luffy recluta la maggior parte dei suoi attuali compagni ; Saga di Alabasta, il regno del deserto; Saga di Skypea, l’isola nel cielo; Saga di Water 7-Enies Lobby; Saga di Thriller Bark, la nave più grande del mondo; e infine la Saga delle Isole Shabondy-Amazon Lily, che nel manga sta procedendo ogni settimana, mentra l’anime giapponese è arrivato alla Saga di Thriller Bark. In ognuna di queste saghe Luffy ha dovuto affrontare mille peripezie ed ha affrontato nemici sempre più forti, come Arlong, Crocodile, Eneru, Rob Lucci e Gecko Moria. In conclusione, direi che One Piece è un fumetto-cartone animato che può piacere a grandi e piccoli, poichè gli ideali e la comicità che lo caratterizzano non hanno età. Qui in Italia la Mediaset sta trasmettendo solo fino ad una parte delle puntate, mentra la StarComics pubblica interi volumi in periodi molto lunghi. Ma ovviamente c’è una soluzione : Internet. Infatti su ONE MANGA (http://www.onemanga.com/One_Piece/) ogni sabato esce il nuovo capitolo del manga in inglese, mentre su siti come DEVIL’S FRUIT (http://onepiece-devilsfruit.blogspot.com/) e ONE PIECE WORLD (http://www.onepieceworld.net/) troviamo ogni settimana i capitoli tradotti in italiano e le puntate trasmesse in giappone sottotitolate in italiano. Se invece vogliamo vedere una delle tante puntate trasmesse qui in Itala dalla Mediaset, basta andare in QUESTA SEZIONE (http://onepiece-devilsfruit.blogspot.com/2008/07/spoiler.html) di DEVIL’S FRUIT. Infine, vi consiglio di vedere QUESTO VIDEO (http://it.youtube.com/watch?v=wblFGSaA9M8), cioè l’ultima sigla fatta per l’anime giapponese, che secondo me riassume la qualità delle immagine e la bellezza stessa dell’anime (mi raccomando, prima di guardarlo andate sulla scritta in blu "guarda in alta qualità").

 

 

 

 

 

 

Marco Fadda

(data di pubblicazione: 04/10/2008)