brotzu school

spazio riservato al libero scambio di idee, pensieri e parole

Apri gli occhi... questa è la realtà!

08/10/2008

Sono vite non prodotti, sono galline non pollame, sono mucche non rosbiff, sono maiali non salsicce, sono vite non prodotti... [cit.]

Come l’anti-razzismo rifiuta la discriminazione basata sulla diversità raziale umana, l’anti-specismo condanna la discriminazione verso una specie diversa da quella umana,  apparentemente diversa. Spesso per pecca d’onnipotenza l’uomo si sente in diritto di prevaricare su altri esseri viventi solo perchè si ritiene più evoluto psicologicamente, perdendo di vista il fatto che anch’egli è ugualmente un animale. Il fatto che non possano esprimere, secondo i nostri codici espressivi, i loro stati d’animo o che comunque non possano difendersi, non ci dà il diritto di prevaricare su di essi, nè di abusarne nè di assassinarli. Nonostante sia consuetudine credere che noi uomini abbiamo bisogno della carne per sopravvivere e condurre una vita sana, è giusto si sappia che questa è una falsità. Al contrario, secondo alcuni studi scientifici, chi segue una dieta vegetariana corre meno rischi di riscontrare diverse malattie rispetto ai consumatori di cadaveri, poichè gli animali morti, essendo non altro che cadaveri, liberano sostanze nocive. Come se non bastasse, la cattiveria umana si manifesta attraverso agghiaccianti torture sotto forma di sperimentazioni a scopo "scientifico". Prima che la maggior parte di farmaci e cosmesi vengano messi in commercio, i ricercatori compiono innumerevoli torture su ignari esseri viventi per attestare l’efficacia di questi prodotti. E’ facile dedurre che questi "esperimenti" siano poco attendibili, poichè il nostro organismo dal punto di vista patologico e fisiologico è diverso da quello animale, infatti molti ricercatori hanno rivelato che le loro scoperte sono state del tutto casuali e non legate a esperimenti effettuati su cavie. Un esempio eclatante è legato alla scoperta della penicillina che ha salvato tantissime vite senza sacrificarne altre in nome della medicina, infatti non fu testata sugli animali perchè questa abominevole pratica non era ancora applicata. Se fosse stata testata sugli animali, la penicillina non sarebbe mai stata messa in commercio perchè dannosa per essi. Infine arriverete alla palese conclusione che la sperimentazione sugli animali è inutile in quanto essi sono geneticamente incompatibili a noi; ugualmente è inutile il consumo e l’assassinio di queste seviziate vittime da noi allevate esclusivamente per saziare i nostri palati, è un atto puramente sadico ed egoistico.

Questi video mostrano l’ineguagliabile e sconfinata cattiveria e sadicità umana...

http://it.youtube.com/watch?v=KUS2SPNPpDU
http://it.youtube.com/watch?v=BliPqNvwcXI
http://it.youtube.com/watch?v=pvOSRuMl8uk&feature=related
http://it.youtube.com/watch?v=-hsEFwHbEIw
http://it.youtube.com/watch?v=lqc9A1xWdQ0
http://it.youtube.com/watch?v=XjEcKKWtLIU
http://it.youtube.com/watch?v=BfExpB-v-oQ
http://it.youtube.com/watch?v=pxR6_tIcLRc
http://it.youtube.com/watch?v=NBzC0lrJ0tA
http://it.youtube.com/watch?v=gnfXQqiwobg

Molte persone, di fronte alla realtà di queste immagini, chiudono gli occhi, ignorando la gravità della situazione nella quale questi animali, esseri viventi esattamente come noi, si trovano. Ogni persona seguendo passivamente, senza spirito critico, gli usi più consueti e diffusi si rende complice di questo straziante genocidio.

Sono vite non prodotti, sono galline non pollame, sono mucche non rosbiff, sono maiali non salsicce, sono vite non prodotti... [cit.]