brotzu school

spazio riservato al libero scambio di idee, pensieri e parole

Tutti vogliono essere Dorian Gray

06/10/2008

<< Non vi è dubbio che il genio dura più a lungo della bellezza >> Oscar Wilde - Il Ritratto di Dorian Gray

E così succede, se non sei una modella colpita dall’alzheimer in giovane età.

Di questi tempi, la forza di un bel viso è maggiore di quella di un bel cervello; è quello che oramai vogliono tutti: il famoso quarto d’ora di celebrità.

E in effetti, bellezza e giovinezza non sono che un quarto nell’ora della nostra vita. Perchè allora influiscono così tanto sulle nostre scelte e le rendono così superficiali?

La risposta è semplice: immortalità. D’accordo, vista in questo modo è un pò esagerata, ma riflettiamoci.

Ci aggrappiamo a ogni attimo di vita, stando ben attenti a non scivolare via, perchè non riusciamo ad accettare che un giorno ai nostri 17 anni se ne saranno aggiunti 20, 30 o molti di più. E assomiglieremo ai nostri nonni. Assurdo, no? Allora, spaventati, mettiamo da parte la nostra intelligenza e le nostre qualità, ci rifugiamo nei fotoritocchi e andiamo in cerca di un lavoro che richieda solo una bella faccia. Terribile.

Abbiamo bisogno di essere rassicurati, di sapere che si, resteremo giovani per sempre. In nostro aiuto accorre la pubblicità. Ah, chi meglio di lei per atrofizzare le nostri menti, aprirle e infilarci dentro i modelli a cui tutti noi dobbiamo aspirare?! Guardandoci intorno (con gli occhi chiusi) lo sappiamo, la giovinezza eterna esiste! Lo scopo della nostra vita può essere raggiunto! E gli occhi non li apriamo...perchè se ci guardassimo attorno con gli occhi spalancati, capiremmo subito che la vecchina che sta uscendo dal panificio, l’anziano seduto fuori dal parco, in un futuro per ora lontano potremmo essere noi.

Allora accendiamo la tv e siamo al sicuro: ragazze con minigonne inguinali che si divertono a farsi prendere per sceme dal conduttore di turno e giovani ballerini ammirati solo per i loro addominali. Nessuno arriva ai 30 anni. Fantastico. Questa è la vita.

Dorian Gray diede la sua anima per mantenere intatta la sua bellezza e vedersi invecchiare su un ritratto. Noi cerchiamo di fare lo stesso: vorremmo mettere bellezza e gioventù sotto una teca, sottoforma di fiore; il fiore perde i suoi petali ma noi restiamo uguali...dei fiori di plastica.

 

 

Oscar Wilde nel suo "Ritratto di Dorian Gray" esalta la bellezza e rende quasi impossibile muovergli qualsivoglia accusa. Ma era una persona di straordinaria intelligenza e per niente bello. Eppure, il suo genio dura ancora, mentre la sua giovinezza e la sua bellezza si sono perse un secolo fa.

Pensiamoci.

Alessandra Pani