brotzu school

spazio riservato al libero scambio di idee, pensieri e parole

Viaggio nel cuore della Boemia

Una delle destinazioni più gettonate nei viaggi d’istruzione quest’anno è stata Praga, capitale della Repubblica Ceca ed ex capitale della "Boemia", regione importantissima nello schema politico del Sacro Romano Impero che le ha donato una ricca storia insieme ad edifici stupendi che attirano visitatori da tutto il mondo. I turisti più numerosi a Praga sono decisamente gli Italiani, che in migliaia assalgono la città e tra questi non mancano le scolaresche, infatti sono circa un centinaio le classi delle scuole Cagliaritane ad aver scelto di passare 5 giorni nella capitale Ceca. Basti pensare che solo del nostro Liceo Scientifico sono partite 8 classi!  Poco più di due ore di volo dividono Elmas dall’aeroporto Ruzyne, che dista circa tre quarti d’ora dal cuore della città. Una volta arrivati in centro, ci si rende conto che la distanza tra i vari monumenti e siti d’interesse turistico è veramnete poca, infatti sono tutti per lo più concentrati in un’area relativamente piccola che consente di visitare tutto con una passeggiata di non più di  mezz’ora, agevolata dal fatto che la circolazione delle auto è limitata al minimo essendo in gran parte zone pedonale. Nel pacchetto delle agenzie preparato per le scuole, era previsto l’accompagnamento da parte di una guida locale in giro per i vari siti della città, tra cui l’immancabile piazza dell’Orologio,  il Ponte Carlo, piazza Venceslao (Václavské náměstí) e senza dimenticare il castello, dove avvenne il famoso defenestramento che scaturì la guerra dei 30 anni nel tentativo Boemo di ottenere indipendenza dall’Impero. Un’altra tappa immancabile è la visita al campo di concentramento di "Terezin", un paesino che dista poco meno di tre quarti d’ora da centro - Praga e che durante la II guerra mondiale è stata trasformata in una grande macchina per far "lavorare" gli ebrei e per catalogarli prima di mandarli ad Auschwitz.. Vedere anche solo per un paio di ore i posti che erano teatro di attrocità verso più di 140.000 persone è un esperienza molto forte che da un idea a chi li visita dell’enorme ingistizia commessa meno di un secolo fa. Oltre all’aspetto culturale Praga sa offrire anche dal punto di vista ricreativo, con una lunga serie di ristoranti e pub tipici (dove la birra costava meno dell’acqua!), ad una scelta di catene dei grandi fast food noti in tutto il mondo e infine "Starbacks Coffe", un bar Americano che offre un caffè totalmente diverso a quello conosciuto in Italia. Anche la vita notturna non lasciava delusi, moltissime sono le discoteche aperte tutte le sere, tra cui il "Karlowy Lazne" che con i suoi 5 piani è la seconda discoteca più grande d’Europa! Al "Duplex", molto gettonata dalle scolaresche da tutto il continente, ha una vera e propria atmosfera internazionale . Cinque giorni sono troppo pochi per poter conoscere e aprezzare le varie sfumature di una capitale di queste dimensioni, ma ciò nonostante è quasi impossibile trovare una persona che si lamenti di quell’assaggio di un mondo che ha lasciato molti incantati e sopratutto nostalgici anche dopo parecchio tempo.

                                                                                                

 Alex MaxiaQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Data pubblicazione: 08/04/2010