brotzu school

spazio riservato al libero scambio di idee, pensieri e parole

"Vivo sicuro" due parole alla base di un grande progetto


04/01/2011

Dopo la tragedia che si è consumata l’aprile scorso, la nostra scuola si è fatta promotrice di una serie di eventi ideati dagli studenti dell’isituto che hanno dato vita ad una giornata autogestita e una manifestazione a Cagliari, per ricordare alle autorità l’importanza di mettere La sicurezza delle strade al primo posto nella loro agenda politica. In particolare, abbiamo denunciato la pericolosità della strada dove si trova la nostra sede centrale (Strada provinciale loc. Pitz’e Serra). Quest’anno nella prima seduta del consiglio d’istituto è  stato proposto (dal sottoscritto e da gli altri rappresentanti) di realizzare un "progetto di sensibilizzazione" incentrato sulla sicurezza stradale che potesse dare continuità all’iniziativa partita ad Aprile e riproporla anche nei prossimi anni scolastici. A dicembre il colleggio dei docenti e il consiglio d’istituto hanno approvato ufficialmente l’iniziativa e, grazie alla collaborazione del professor Luigi Piras, si è riusciti a coinvolgere gli enti locali e alcune associazioni di volontariato (Avis, Admo e Sos Quartu) che hanno offerto il proprio supporto.

 

Il progetto si sviluppa in diverse fasi:

1) la prima è quella di Informazione incentrata su alcune conferenze aperte a tutti, da organizzare in orario curricolare, per trattare di sicurezza stradale; sono previsti interventi  di esperti (forze dell’ordine, soccorritori del 118, vittime di incidenti...) .

 

2) la seconda prevede il Bando di un concorso (aperto a tutte le scuole superiori della provincia di Cagliari) in cui una classe intera si deve impegnare nel trattare una delle tematiche proposte (ad esempio le norme di sicurezza stradale, come effettuare un buon primo soccorso, donare il sangue può salvare molte vite, l’importanza di favorire l’utilizzo del trasporto pubblico) e svilupparla tramite un video, una canzone, una poesia, un giornalino, un opera d’arte che possa servire a sensibilizzare più persone possibili su questi importantissimi valori.

 

3) l’ultima fase è la "Festa della sicurezza" una giornata in cui tutte le classi che hanno partecipato al progetto insieme ad altre che vogliono aderire all’evento potranno seguire una serie di interventi da parte di numerosi ospiti tra i quali esperti del settore, personaggi del mondo dello sport e dello spettaccolo i quali farebbero da ambasciatori di questa iniziativa. In questa giornata si svolgerebbe la cerimonia di premiazione dei progetti vincenti; il primo premio potrebbe consistere nel finanziare (anche in parte) un viaggio d’istruzione di una classe intera: come dice il saggio  popolare: "Chi va piano va sano e va lontano!".
Il 24 Dicembre è stato pubblicato un articolo sul quotidiano locale  "L’Unione Sarda" ; si parlava della nostra iniziativa (anche se il titolo e la foto non riflettevano quanto rilasciato all’intervistatore e sono state "aggiunte" parti, personalmente non condivise, per rendere più "interessante" quanto avevamo da dire)  pubblicizzandola e richiedendo la collaborazione e  il supporto di sponsor privati per poter finanziare le varie iniziative; senza il loro aiuto  sarà difficile premiare i progetti più meritevoli: infatti, considerato il periodo di c,risi sarà difficile contare su contributi delle amministarzioni locali ( Comune e Provincia molto probabilmente potranno coprire solo in parte le spese).

 

Per maggiori informazioni potete scrivere all’indirizzo di posta eletronnica dei rappresentantid’istituto:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Consultate la nostra pagina Facebook, l’indirizzo è https://www.facebook.com/vivosicuro

 

 

Alex Maxia